La piattaforma Wi-Fi Hotel 3.0 è sviluppata e ottimizzata per funzionare con qualsiasi Smartphone, Tablet e Computer di qualsiasi marca e modello.

Nella maggior parte dei casi i dispositivi riescono a riconoscere automaticamente la presenza dell'hotspot Wi-Fi Hotel e propongono in autonomia ai vostri clienti di autenticarsi al sistema.

Per poter navigare liberamente sotto la rete WiFi della struttura è indispensabile disporre di un account valido, in assenza del quale nessun programma o applicazione, seppur il dispositivo sia connesso alla rete WiFi, potrà funzionare.

Accesso alla piattaforma con dispositivi Android:

Per far sì che i dispositivi Android notifichino automaticamente agli utenti la presenza di una rete hotspot e la necessità di autenticarsi, è indispensabile che il login "Social" tramite Google e Linkedin sia disattivato.

Potete verificare tale impostazione dal pannello app.wifihotel.it -> Impostazioni (in alto a destra) -> Autenticazione -> Social -> tab Social Google -> OFF e tramite Linkedin: -> Impostazioni (in alto a destra) -> Autenticazione -> Social -> tab Social Linkedin -> OFF.


I dispositivi Android utilizzano infatti Google come "meccanismo di controllo" per proporre o meno il login automatico ai sistemi HotSpot, se il login tramite Google e Linkedin è attivo questo meccanismo non riesce a rilevare il sistema Wi-Fi Hotel e pertanto diventa necessario procedere al login manuale.


Ricapitolando:

- Se il Login social Google e Linkedin è disattivato: i dispositivi Android rilevano automaticamente il sistema hotspot e propongono all'utente finale di registrarsi al sistema.

- Se il Login social Google e Linkedin è attivato: gli utenti con dispositivi Android, una volta connessi alla rete Wi-Fi, dovranno aprire manualmente il browser Internet e seguire la procedura di login manuale riportata nel paragrafo sottostante "Casi particolari - login manuale".


N.B. I login "Social" tramite Facebook e Twitter possono essere tranquillamente mantenuti attivi in quanto compatibili con qualunque device utilizzato per navigare.


Casi particolari - Login manuale:

In alcuni casi particolari può capitare che il dispositivo stesso o le impostazioni che il proprietario del dispositivo ha inserito non consentano di riconoscere automaticamente la presenza dell'hotspot. In tal caso per far connettere il cliente basterà seguire alcuni semplici passaggi:


1) Connettersi alla rete WiFi della struttura.

2) Aprire manualmente il browser internet (Chrome, Firefox, Safari, ecc).

3) Nella barra degli indirizzi digitare un qualsiasi sito web di tipo " http:// "ad esempio http://www.ansa.it/ oppure http://www.ilmioip.it . I siti con certificati di sicurezza " https:// " (ad esempio google, facebook, ecc) non possono essere utilizzati in questa specifica fase del processo di login.

4) Attendere la ridirezione del browser alla pagina di registrazione/login del sistema. Procedere quindi alla registrazione di un nuovo account oppure al login.


Casi particolari - Configurazione del dispositivo:

Se dopo aver eseguito questi passaggi il dispositivo non è ancora in grado di connettersi alla rete wifi e/o visualizzare la pagina di login al sistema è necessario controllare le impostazioni base del dispositivo indispensabili per potersi connettere ad un hotspot:

A) La scheda di rete del dispositivo deve essere abilitata ad ottenere l'indirizzo IP dalla rete (DHCP attivo, NO IP statico).

B) Il browser utilizzato per navigare deve essere aggiornato ad una delle ultime versioni disponibili.

C) Nelle impostazioni del browser non deve essere attivo nessun Proxy. In presenza di proxy è necessario provvedere ad una temporanea disattivazione.

D) Nelle impostazioni di sicurezza del dispositivo non devono essere attivi programmi di sicurezza particolarmente "aggressivi" che possano bloccare alcune funzioni base (ad esempio la ridirezione su pagine web).


Casi particolari - Dispositivi aziendali:

Alcuni computer portatili aziendali, per impostazioni di sicurezza stabilite dalla azienda, non sono in grado di connettersi agli hotspot. In tal caso è necessario che il cliente contatti il servizio IT della propria azienda per farsi sbloccare le eventuali impostazioni di sicurezza presenti.